Etichettatura degli alimenti – Approvato in via preliminare lo schema di D.Lgs. con le disposizioni applicative e le sanzioni per il Regolamento n. 1169/2011.

È stato approvato dal CdM lo schema di D.Lgs. con le disposizioni applicative e le sanzioni relative al Reg. UE n. 1169/2011 in materia di etichettatura degli alimenti. Lo schema è ora all’esame delle Camere e della Conferenza Stato-Regioni per l’espressione del parere previsto.
Fipe ha lavorato in sinergia con il MISE per trovare le soluzioni più adeguate per l’adempimento dei nuovi obblighi.
Le disposizioni di maggior interesse per le imprese rappresentate riguardano:
– l’obbligo di indicazione degli allergeni per i prodotti somministrati sul menù, apposito registro o altra modalità, ma sempre supportata da una precisa documentazione scritta facilmente reperibile dai consumatori e dalle autorità di controllo;
– sanzione per l’omessa indicazione degli allergeni (da 3.000 a 24.000 euro), con possibilità di dimezzamento degli importi per le microimprese;
– conferma della disciplina del cartello con l’indicazione di tutti gli ingredienti per i prodotti di gastronomia, gelateria, pasticceria e panetteria, ma obbligo di indicazione degli allergeni in riferimento al singolo prodotto e conseguente impossibilità di utilizzare il c.d. cartello unico;
– indicazione di decongelato sui prodotti con applicazione delle deroghe previste.

Si fa seguito alle numerose circolari sull’oggetto, per informare che dopo anni di attesa è stato approvato dal Consiglio dei Ministri in via preliminare lo schema di D.Lgs. che dovrà dettare le disposizioni applicative nonché le sanzioni relative agli obblighi relativi all’etichettatura degli alimenti di cui al Regolamento UE n. 1169/2011 (allegato 1).
Lo schema è ora all’esame delle Camere e della Conferenza Stato-Regioni che hanno fino al 26 ottobre p.v. per emanare il loro parere sul testo. Una volta acquisiti i pareri previsti, il Governo approverà il testo definitivo del provvedimento che verrà poi pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.

Stante l’importanza degli argomenti trattati vi terremo informati al momento della pubblicazione della nuova legge.

 

I commenti sono chiusi.